NICOLO’SCANDOLIN:”CARPI E’ STATA UN’ESPERIENZA DAVVERO IMPORTANTE”

E’ appena rientrato a casa dopo la lunga giornata trascorsa a ieri a Carpi (Mo).
Nicolò Scandolin, portiere classe 2003, è stato visionato dai dirigenti biancorossi ed ha dimostrato quanto vale.
Assieme ad una truppa composta da 17 calciatori della sua età, provenienti da tutta Italia, ha affrontato alla grande la sua giornata nel modenese, visionato da dirigenti ed allenatori di una compagine di serie B.
E che sia andata bene lo si comprende dalle sue parole:

” Una lunga giornata ricca di emozioni che mi ha veramente soddisfatto. Al di al dell’accoglienza splendida ricevuta da una società professionistica, posso dire che è stata un’esperienza davvero importante e sono certo di aver fatto una bella figura e di aver onorato il Treviso”.

HAI RICEVUTO DIVERSI COMPLIMENTI?

” Diciamo che intuisci gli sguardi e soprattutto gli occhi di un allenatore e degli addetti ai lavori. Abbiamo svolto un lungo riscaldamento specifico per i portieri e poi c’era in programma una partita tra la nostra squadra formata da ragazzi provenienti da tutta Italia e i nostri pari età del Carpi. Io sono stato scelto titolare, ho fatto 4 interventi importanti e mi dispiace che ho preso due gol di cui uno su una deviazione in mischia. Mi sarebbe piaciuto poter disputare anche la ripresa ma giustamente il mister, ha fatto giocare anche il mio collega di Roma.

QUANTO E’ TERMINATA LA PARTITA?

” 5-0 per il Carpi”

QUINDI SEI STATO PIU’ BRAVO TU DELL’ALTRO PORTIERE…

” Ho preso un gol in meno, ma non spetta a me esprimere dei giudizi su un compagno. In cuor mio, so di aver fatto bene ed essermi impegnato su ogni palla al 100%”

SAI CHE PARLI COME UN VETERANO? PENSI CHE IL CARPI TI RICHIAMERA’ E COSA TI RESTA DI QUESTA ESPERIENZA?

” Non è vero che parlo come un veterano. Sono un ragazzo a cui piace tantissimo giocare a pallone e fare il portiere con l’obiettivo di migliorarsi quotidianamente. Diciamo che sono conscio dei miei mezzi, ma se sbaglio sono molto autocritico.Ciò non toglie che devo esser sempre educato e rispettoso verso tutti.
Spero che il Carpi mi richiami ma se non lo farà non ci sono problemi, ovviamente mi spiacerà ma continuerò nel mio percorso. Adesso ci sono le fasi finali con il Treviso e quindi il mio pensiero e la mia concentrazione vanno a questi prossimi impegni.
Di questa esperienza mi ha impressionato tantissimo il clima che si respira durante l’allenamento, dove c’e una sorta di tensione che solitamente la percepisci prima della partita. Una cosa molto positiva che mi aiuterà molto nelle fasi finali del nostro campionato”.

Leave a Reply